benvenuti

Questo blog è di Danila Oppio, colei che l'ha creato, e se ne è sempre presa cura, in qualità di webmaster.

martedì 2 gennaio 2018

E' ARRIVATO TOMTE dalla Norvegia


E'arrivato Tomte dalla Norvegia, si è messo a sedere con le gambe accavallate, e ha aperto un libro. 
Mi ha fatto piacere apprendere che Tomte non è un folletto ignorante, e allora mi sono seduta accanto a lui, e gli ho chiesto di leggermi qualche pagina di quel suo librone. 

"C'era una volta un cero di cera"
...inizia così questa sua fiaba...
"che lentamente si scioglieva...
Come si dice 
quanto una candela finisce?
Ah, si, fino a ridursi 
a un piccolo moccolo, 
che quasi non si vedeva 
neanche con il binocolo.
Fu calpestato con lo zoccolo
di un bimbetto coccolo
seguito da un anatroccolo"

Ah si, e dopo cosa accadde?
E' successo che all'improvviso
spuntò un sorriso sul suo viso

E poi? come finisce la storia?
Finisce che devo accendere 
un altro cero di cera
e questa è la storia vera
Non posso leggere senza un lumino
anche se fosse piccino piccino
e ricomincio a narrare la fiaba
"C'era una volta un cero di cera...
purtroppo s'è consumata 
di nuovo la candela.

Danila Oppio

lunedì 18 dicembre 2017

Antologia PERSONAGGI IN CERCA DI STORIE

Antologia PERSONAGGI IN CERCA DI STORIE




Oggi ho ricevuto copie dell'antologia PERSONAGGI IN CERCA DI STORIE, promossa 
da Alcheringa da Alcheringa Edizioni, nella quale è inserito il mio racconto ULISSE 
(a modo mio)
e la poesia PASSEPARTOUT IL SOGNATORE NOSTALGICO di Laura Vargiu che si trovano 
in compagnia di racconti e poesie di altri autori. 

ULISSE
( a modo mio)
























 Ho incontrato Ulisse. Passeggiava sconsolato lungo il viale sul quale si
 affacciano le finestre di casa mia. Molto probabilmente perché Penelope, 
dopo averlo atteso per vent’anni, venuta a conoscenza dei tradimenti
del compagno, gli diede il benservito, lo mise alla porta e la chiuse 
a più mandate.
Il resto del racconto leggetelo sull'antologia stessa. 
Danila Oppio

sabato 9 dicembre 2017

COMUNICATO di Renata Rusca Zargar


COMUNICATO



Lo scorso Settembre, HWPL, un’Associazione Koreana non governativa, senza scopo di lucro, che si adopera per la pace nel mondo, ha organizzato un summit internazionale con 1200 invitati da paesi stranieri. Tra gli ospiti c’era anche Zahoor Ahmad Zargar, in qualità di rappresentante della Comunità islamica italiana. Auto con le bandierine, camerieri che si inchinavano a metà busto,  porte girevoli, un hotel-grattacielo sterminato perso tra grattacieli altissimi… Forse, la gente che frequenta questi luoghi non è la gente che noi siamo abituati a frequentare. Ma quella volta era diverso: in coda ad attendere il check-in o gli ascensori c’erano  personaggi particolari: lama tibetani, donne arabe, signore africane... Arrivavano da tanti diversi luoghi del mondo per quell'incontro  annuale sulla pace. Sono persone che vogliono bandire la guerra dall'umanità. Per noi italiani è un po' difficile comprendere il concetto di pace perché siamo forti venditori di armi, cioè, mercanti di morte, con i nostri quindici miliardi all’anno di esportazione cui non è facile rinunciare. Ma c'è tanta gente nel mondo che ci crede davvero, che sogna la pace, che si batte perché i popoli capiscano che, con la guerra, sono solo loro a soffrire mentre pochi guadagnano.

I coreani, poi, questa volta sono davvero spaventati. Tutti questi esperimenti atomici potrebbero condurre a una guerra ancora più distruttiva di quelle che hanno già vissuto.
Zahoor Ahmad Zargar e Renata Rusca Zargar
 parleranno, giovedì 14 dicembre ore 20,40, presso la Biblioteca Civica di Quiliano,  di quello che hanno visto in Korea, della paura e della speranza. Mostreranno, infine, filmatini e foto esclusivi, della più grande parata internazionale per la Pace che si possa immaginare.
L’ingresso è libero.
Renata Rusca Zargar

Vorrei che la smettessimo di mettere tutti i musulmani nello stesso calderone. 
Ci sono tra loro, moltissime persone che prendono le distanze dai terroristi islamici, non vogliono essere confusi con loro. Zahoor Ahmad Zargar è un musulmano indiano, marito della professoressa Renata Rusca, e rappresentante della Comunità Islamica italiana. C'è troppa ignoranza che circola relativamente alla religione islamica, che assolutamente non ha nulla a che fare con i jiadisti, e sappiate che sono gli stessi musulmani i primi a condannare l'operato dei terroristi. Credo che questo summit internazionale, rivolto ad ottenere la pace nel mondo, sia un esempio eclatante, di come le religioni nulla hanno a che vedere con il desiderio di pace, che è insito nel cuore di ogni uomo. Chi punta il dito contro di loro, a causa di elementi eversivi e violenti, sbaglia. Ho conosciuto molti islamici, che non farebbero male ad una mosca, gentili e disponibili ad aiutare gli altri, anche se appartengono a etnie e religioni diverse dalla loro. Ho condiviso il mio Natale con una famiglia egiziana musulmana per anni, e quella famiglia ha condiviso i festeggiamenti del Ramadan con me. Rispetto reciproco. A questo io credo fermamente, se si desidera per davvero la Pace nel mondo. 

Danila Oppio

mercoledì 8 novembre 2017

Lettera inevasa, poesia di Danila Oppio



La mia poesia, Lettera inevasa, che fa parte dell'antologia ALCHIMIE D'AUTORE, è ora diventata una video poesia, grazie all'impareggiabile Anna Montella.
Lieta di condividerla con voi, buon ascolto e buona lettura.
La canzone che accompagna i miei versi è cantata da Leonard Cohen e titolata
Almost like the blues.

Danila Oppio

giovedì 14 settembre 2017

Diploma d'onore e pubblicazione in antologia della poesia SONO LA TUA OMBRA INNAMORATA

DIPLOMA D'ONORE da A.L.I. PENNA D'AUTORE per la poesia di Danila Oppio SONO LA TUA OMBRA INNAMORATA

Stamattina ho ricevuto la copia dell'antologia POESIE D'AMORE, edita da A.L.I. Penna d'Autore di Torino, che contiene la mia poesia SONO LA TUA OMBRA INNAMORATA. Insieme al libro, è giunto anche il Diploma d'Onore. Ne sono felice. Questa composizione poetica ha ricevuto molti consensi ed ha avuto una storia particolare. E' stata pubblicata sul giornale online Legnano News nel periodo natalizio dello scorso anno. L'ho inviata al concorso indetto dall'associazione culturale Hostaria delle Immagini, di Cortemaggiore, ed ha ottenuto il primo premio, con diploma, medaglia aurea e trofeo. Ho inviato la stessa poesia al concorso in oggetto, e ha ottenuto la menzione d'onore e la pubblicazione in antologia. Questo significa molto per me. Ringrazio il dott. Nicola Maglione, per aver premiato la mia opera. La dottoressa Maria Vittoria Riccio, per aver pubblicato su Legnano News questa mia composizione, e la Professoressa Carla Maffini, per averle conferito il primo premio. 

mercoledì 13 settembre 2017

CASTEL - BUILDER di JOHN KEATS


Un graditissimo dono di mio figlio Matteo, è questa raccolta di poesie di John Keats a cura di Silvano Sabbatini con un saggio di Jorge Luis Borges. Capita a tutti gli autori, di vedersi qualche volta rifiutare le loro opere. E come dice bene qualcuno: "Che me ne faccio di un riconoscimento post mortem? Quando non me ne potrebbe importare un baffo di essere acclamato? Ecco il pensiero di Anna Montella:


Costruttore di castelli in aria?La traduzione che ne è stata fatta di questa poesia, è Il sognatore. Tutti noi scrittori e poeti sogniamo, e spesso i nostri sogni crollano come castelli di carte proiettati verso l'alto. Poi è sufficiente un lieve alito di vento, o un soffio come sulla fiammella di una candela, per spegnere le nostre speranze. Ma non bisogna demordere mai. Lo abbiamo visto in Keats, rifiutato dal Covent Garden (ci sono stata, ho ascoltato giovani artisti di strada, fare della musica migliore di tanti concertisti affermati!) e poi acclamato dai critici letterari. Tempo al tempo, se c'è della buona stoffa, ne verrà fuori un abito niente male! Auguri a tutti coloro che amano scrivere, in particolare ai miei amici che leggono i miei post.
Danila Oppio

A Keats, in suo onore e difesa

Ho scelto questa poesia,
scritta con rabbia e ironia,
e con pungente satira mordace
verso il Convent Garden, incapace 
di accogliere come dovuto
il giovane autore, e al rifiuto
delle sue opere, appare palese 
la delusione del poeta inglese
Danila Oppio



DUE MONDI - UNA VITA e Novissimi stornelli di Tommaso Mondelli

E' fresca di stampa la nuova opera di Tommaso Mondelli, che è composta da alcuni racconti autobiografici e da considerazioni filosofiche sull'esistenza umana, oltre che da una raccolta di poesie, titolate Novissimi stornelli.

Le illustrazioni di copertina e nell'interno sono di Danila Oppio e la prefazione ben centrata, di Laura Vargiu.  Negli aforismi iniziali, è citata anche una
frase della scrittrice Angela Fabbri.
 Complimenti all'autore!