benvenuti

Questo blog è di Danila Oppio, colei che l'ha creato, e se ne è sempre presa cura, in qualità di webmaster.

venerdì 24 marzo 2017

AVVISO AI NAVIGANTI

Questo blog nacque anni fa, col preciso intento di ospitare amici poeti e scrittori. E anche opere di autori famosi. Ora è saturo. Ho altri due blog da seguire quotidianamente. Non ha più senso continuare ad amministrare Gironzolando...
Chiedo venia a tutti...e tutti saluto con cordialità, meno che uno, come dice il caro amico e Maestro José Van Roy Dalì, figlio del celebre Salvador Dalì... ma "da lì" non mi sposto, e non torno più qui. Chi desidera seguirmi, lo può fare su  https://versiinvolo.blogspot.it/   
 oppure su

Non lo elimino, ciò che contiene rimane, semplicemente non ho più voglia né il tempo di aggiornarlo.
Danila 










venerdì 17 marzo 2017

Primo Premio al concorso Hostaria delle Immagini di Danila Oppio

Gent. Danila Oppio, sono lieta di comunicarle che la sua poesia si  è classificata al Primo Posto. Complimenti e cordiali saluti

 La coordinatrice Carla Maffini
CONCORSO NAZIONALE DI POESIA E FOTOGRAFIA
 Il Circolo Culturale e Ricreativo “HOSTARIA DELLE IMMAGINI” di Cortemaggiore, ha indetto il concorso di poesia e fotografia la cui premiazione è avvenuta domenica 12 marzo 2017. Tra le varie sezioni, la poesia a tema libero inedita in lingua italiana
SONO LA TUA OMBRA INNAMORATA
di Danila Oppio ha ottenuto il Primo Premio.
1°Classificato (trofeo e diploma d'onore con grande medaglia aurea)




Sono la tua ombra innamorata


Sono la tua ombra innamorata
Tu non mi vedi, ma ti sono accanto
Sempre, nella vita, ti ho cercata
Musica che accompagna il canto

Lungo il percorso del cammino
Ho seguito le tue orme sull’asfalto
E dentro le aiole del tuo giardino
Resto immersa nel dolce incanto

Ti chiami cultura, arte e poesia
E ti seguo con grande passione
In ogni istante ti sento più mia
Ti rincorro, come fosse una missione

Sono la tua ombra innamorata:
L’orma dei tuoi piedi sul selciato
Della vita, estatica e ammaliata
Nell’ascolto d’un verso appassionato

Tardi, amore mio, ti ho incontrato
Ma, nel silenzio di una vuota stanza
Sempre risuona il motivo desiderato
Di un concerto grosso in risonanza

E come lunga ombra nel tramonto
Resto incollata ai tuoi saldi piedi
Forse non potrò mai vederti in volto
Mai io sarò là dove tu, calma, siedi.

Danila Oppio

lunedì 27 febbraio 2017

Poesie e prosa in musica - di Danila Oppio

Un breve sunto di alcune mie opere tradotte in video. Qui sotto, un breve racconto (nel video solo accennato)  che ha vinto il primo premio al concorso La Luna e il Drago; I migliori anni. 
Sotto ancora, il link di una mia poesia, che ha vinto la menzione di merito al concorso, sempre de La Luna e il Drago, che l'organizzatrice Anna Montella ha pubblicato in una pagina musicale.
Più sotto ancora, il link per vedere ed ascoltare una mia poesia, composta in parte in lingua italiana e in parte in spagnolo, ispirata ad alcuni brani musicali da ma tanto amati.
Buona visione e buon ascolto.
Danila Oppio





http://operacollettiva.weebly.com/oppio.html


Cliccando sul sovrastante link, potrete leggere questa mia poesia, con sottofondo musicale.
Ha ottenuto la Menzione di merito al concorso  al concorso organizzato da La Luna e il Drago, VIII Edizione - Il poeta sei tu che leggi. 
Questa poesia è entrata a far parte dell'antologia omonima. 

martedì 14 febbraio 2017

Sognando tra le note di Danila Oppio



Dedico questa mia poesia musicale a tutti gli innamorati, ma anche no! Grazie ad Anna Montella, che con molta perizia ha creato questo video, esattamente come lo desideravo
Buon ascolto e auguri a tutti!
Danila Oppio

sabato 11 febbraio 2017

Lele - Ora mai

Lele - Ora mai



ROMA – “L’emozione di portare una mia canzone a Sanremo è sicuramente enorme e, da musicista, il privilegio di proporla con quell’orchestra è motivo di orgoglio – racconta Lele –  ‘Ora Mai’ parla del momento in cui in una relazione si arriva al silenzio, che sa far male molto più delle parole dette. È la consapevolezza che qualcosa sta per finire”.
Lele è il vincitore di Sanremo 2017 nella sezione Nuove Proposte.
“Ora Mai” (testo e musica di Raffaele Esposito, Rory Di Benedetto e Rosario Canale) è un brano caratterizzato da sonorità pop accattivanti e un ritornello che rimane subito impresso.

Resti come queste nuvole
senza peso, te ne vai
ed io non riesco più ad illudere
il tuo volto, ciò che sento
che non sei
Ed ogni ferita dentro lascia il segno
come le frasi che mi tengo quando te ne vai
e sento forte dentro questo inverno
ed ogni giorno mi prometto che non tornerà
Ma non è facile, neanche le nuvole
hanno tenuto il peso dei pensieri
qui piove da ieri
ora, mai
Non può essere abitudine
non lo sono stato mai
e mentre tutto adesso è inutile
mi rivesto, non ci penso
vado via
Ed ogni ferita dentro lascia il segno
come le frasi che mi tengo quando te ne vai
e sento forte dentro questo inverno
ed ogni giorno mi prometto che non tornerà
Ma non è facile, neanche le nuvole
hanno tenuto il peso dei pensieri
qui piove da ieri
ora, mai
Perché ciò che ho sempre saputo
è che il tuo silenzio parlava da sé
e perdere ciò che ho voluto
non è così semplice per me
Ed ogni ferita dentro lascia il segno
come le frasi che mi tengo quando te ne vai
e sento forte dentro questo inverno
ed ogni giorno mi prometto che non tornerà
Ma non è facile, neanche le nuvole
hanno tenuto il peso dei pensieri
qui piove da ieri
ora, mai
Ora mai
resti come queste nuvole

CARDUCCI - LEOPARDI - OPPIO, PERCHE'?

San Martino di Giosuè Caducci



La nebbia agli irti colli
Piovigginando sale,
E sotto il maestrale
urla e biancheggia il mar;
Ma per le vie del borgo
Dal ribollir dè tini
Va l'aspro odor de i vini
L'anime a rallegrar.
Gira sù ceppi accesi
Lo spiedo scoppiettando:
Sta il cacciator fischiando
Su l'uscio a rimirar
Tra le rossastre nubi
Stormi d'uccelli neri,
Com'esuli pensieri,
Nel vespero migrar.


 L'Infinito di Giacomo Leopardi

Sempre caro mi fu quest'ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell'ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quiete
io nel pensier mi fingo; ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l'eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s'annega il pensier mio:
e il naufragar m'è dolce in questo mare.


Parafrasi delle due poesie, in forma poetica, di Danila Oppio

Suoni, immagini 
(e non semplici versi)



La nebbia agli irti colli
Piovigginando sale,
E sotto il maestrale
urla e biancheggia il mar…

Sempre caro mi fu quest'ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell'ultimo orizzonte il guardo esclude…

S’avverte, sulla pelle,
 l’umida nebbia, e s’ode
 il sordo ruggir del mare.
S’intravvedono
colori smorzati, avvolti
in quel biancore velato
della nebbia autunnale.

Suoni e immagini
 - non semplici versi -
Regalano musicalità
alla vera poesia, mutandola
in un concerto di note
che donano pennellate
su uno straordinario
quadro d’autore.

E lo stormir del vento
 tra le foglie, spezza il silenzio,
 e nel contempo lo avvolge,
quale presagio d’eternità.
 Dolce sensazione
è il naufragar nel mare
 dell’immensità.
Migrano i pensieri,
e verso il tramonto,
si disperdono
tra nubi rossastre
e si confondono,
tra sogno e realtà.

Ha veramente fatto un exploit e non potrei ringraziarla abbastanza di tanto impegno. Complimenti anche per quello che definisce un "divertissement": mi è sembrato centrato nelle intenzioni e ben riuscito nella forma. 
Roberto Vittorio Di Pietro
(Per divertissement ,Di Pietro si riferisce a questa mia composizione, in quanto così l'avevo definita, e da un critico letterario lo considero un gran apprezzamento)